Pensa ad un'adozione dal Canile           

 All'interno del Rifugio di Bagnarola ci sono attualmente 230 ospiti, di tutte le razze, colori, caratteri, siamo certi che almeno uno di questi possa rappresentare il tuo cane ideale. L'affetto, la riconoscenza e la fedeltà di un cane adottato in un canile sono noti a tutti.

I cani sono adottabili a chi risiede all'interno della provincia di Bologna.

Per  visitare il canile e per vedere i nostri bellissimi ospiti l'orario di apertura al pubblico è:

Mercoledì, giovedì, sabato e domenica dalle ore 15,30 alle 18,00 e durante l'orario estivo (ovvero quando è in vigore l'ora legale)  dalle 16,00 alle 18,30.

oppure telefonare per prendere un appuntamento al numero:

051-6929300           

Ad ogni adozione viene effettuato un piccolo test attitudinale, perché troppi cani in passato sono stati adottati e poi ci sono stati riconsegnati malconci. L'interessato dovrà rispondere ad alcune semplici domande: dove vive, se ha bambini piccoli, se ha già avuto animali. Per quanto riguarda il discorso relativo alla documentazione che si richiede in caso di adozione, è molto semplice: una fotocopia di un documento di identità da allegare al verbale di richiesta.

 ADOZIONE A DISTANZA 

 Per chi non può portarsi a casa un cane anche se li ama, è possibile l'adozione a distanza tramite un versamento mensile di € 15 (detraibili in quanto l'Associazione è ONLUS) con le modalità indicate nella pagina IL VOSTRO AIUTO, per il sostentamento del cane che avrete scelto fra quelli ai quali siamo riusciti a pubblicarvi il ritratto. Se scriverete nelle causali del versamento il vostro indirizzo e-mail saremo felici di inviarvi il certificato di adozione e successive informazioni relative al vostro cane.

  

Storie di adozioni

  JARI

Jari vagava sulla strada provinciale che da Budrio conduce sulla San Vitale, e sulle strade provinciali le macchini sfrecciano.. e così Jari è vittima di un incidente. 

Zampa posteriore rotta, intervento chirurgico, chiodo, riposo e riabilitazione. 

Del proprietario nessuna traccia, nessun microchip solo un prezioso collare dai disegni tartan (scozzesi) che risaltava elegantemente sul suo pelo nero lucido.  

Per riabilitazione si intendono belle passeggiate, riuso della zampa.

Fabia è una volontaria del Canile che porta a passeggio alcuni cani adottati a distanza e così comincia anche con Jari.

Fabia desidera che Jari rimanga per sempre nella sua casa, ma la famiglia ha paura dei cani grandi, degli impegni.

Fabia non si scoraggia…. ogni domenica porta Jari a casa per un pomeriggio, poi per un giorno intero, poi per un week end e poi per sempre.

Jari è un cane equilibrato, gioioso, non è stato facile convincere la sua famiglia che anche un cane grande può essere di più facile gestione di certi piccoli cani …..

Ogni tanto Jari viene a ritrovare le sue vecchie dade del Canile… bella, pasciuta, non fa una piega perché sa che poi si torna a casa!! A CASA!!!

 

LUCIA

Lucia è entrata al Canile come tanti cuccioli, trovata vagabonda davanti alla struttura… ovviamente di mattino presto, perché è noto a tutti che i cuccioli al mattino presto vanno in giro per canili!!! 

Era denutrita, rachitica. Da prassi è stata sverminata, rimpinzata, vaccinata.

Queste sono le cose semplici, facili da fare, cose da tutti i giorni.

Lucia cresceva e il suo visetto da pittbull non invitava alla adozione facile. Dare in adozione un pittbull non è semplice, sia per le normative vigenti in fatto di assicurazioni, di difficile gestione, ma soprattutto perché è un cane che deve avere un padrone che lo sappia gestire ed amare nello stesso tempo.

Carlo e Danila, sono volontari da anni al Canile, ed amano in modo particolare i pittbull, pur avendo a casa solo piccoli pandori a quattro zampe…

Carlo e Danila decidono di interessarsi in modo concreto dell’adozione di Lucia .. e così è!  Persone dolcissime si innamorano di Lucia e lei di loro. L’adozione si concretizza.

Lucia finalmente trova casa.

Cresce e diventa un pitt .. pandora!

e finalmente questa frase

Hanno bisogno di scoprire il perchè della loro esistenza, di capire che la loro esuberanza palpita in un corpo potente e massiccio, e che il loro gioioso sorriso passa per possenti mascelle.

Al di là del loro aspetto e del rispetto dovuto alla vita che lo ha voluto molosso, merita di avere, come ogni altro cane, la possibilità di appartenere ad un mondo che lo ha inventato guerriero e che per lo stesso motivo lo ha rifiutato.

che accompagna ogni box di molosso prende concretezza e amorevolezza.

 

DIVA

DIVA è un cane come tanti, trovata cucciola che vagava per una strada di campagna.

Un cane gioioso, fin troppo invadente, ma pur sempre un bellissimo cane, di taglia grande. 

Va in adozione per due volte e per due volte ritorna al canile: scappa continuamente in cerca di compagnia umana. Solo con l’ultima adozione abbiamo capito cosa cercava DIVA, un divano, una famiglia e dei bambini. Un piccolo posto in un grande cuore…

Non desiderava grandi giardini ombreggiati e fioriti, voleva un piccolo divano ma…. una grande famiglia. Aveva bisogno del calore umano, di sentire il respiro dei bambini, l'odore della spesa, di sentire i bambini scrivere i compiti, di vedere la mamma che cucina…

Anche chi da anni cerca di fare qualcosa per queste piccole anime, deve imparare tanto…

Ma forse lo sapevano già: questi esseri abbandonati hanno bisogno del calore di una casa, del respiro di una famiglia.

CAMILLA, YORK E DERRIK

Camilla è un cane che nonostante le due rinunce di proprietà non ha mai perso la sua voglia di vivere, correre ed essere felice.

York è un giovane cane trovato vagante a Molinella.

Derrik è un vecchio cane da caccia che è entrato al Canile perché il proprietario muore e nessuno lo vuole più. 

Cosa hanno in comune questi tre cani… nulla, fino al momento che si presenta al Canile una bella signora emiliana, tutta praticità, allegria e voglia di vivere e nessuna paura.

Abituata da sempre ad avere dei cani perché il marito era cacciatore, desidera una compagnia per il vecchio cane ormai rimasto solo.

Vede DERRIK, un cane da caccia e gli ricorda il marito, la caccia, le mattine nebbiose d' autunno della pianura padana.

Poi vede YORK, di una dolcezza infinita, ma con YORK c’è anche CAMILLA perché dividerli!!

Li vorrebbe tutti.

Come solito facciamo un sopralluogo per vedere se alle parole dei futuri adottanti corrispondono i fatti: in effetti grande prato, tutto recintato, grandi box chiusi.

I grandi traslochi cominciano prima con CAMILLA e YORK… poi dopo con DERRIK, così anche la bella signora emiliana riesce a gestire gli inserimenti.

Il vecchio cane di casa si ritrova così in compagnia! e la signora ha il suo bel daffare.. però come tutte le signore emiliane è contenta di “sgobbare”!!

ULK

Ulk è un molosso ritrovato vagante a Bagnarola.

Ulk porta con sé tutte le caratteristiche dei molossi e delle paure che esse infondono agli esseri umani…

Ma per alcuni questo non è stato un problema. Era il loro cane, per tanto tempo è stato in adozione a distanza, poi per motivi vari la vita cambia i destini delle persone e di conseguenza… anche quella di ULK. 

C’è stato per tanti un periodo di assestamento, poi la ricerca di una casetta con giardino.

E da Bologna.. siamo arrivati a Budrio.

Il bellissimo ULK ha cominciato una nuova vita: week end al mare, aperitivo nelle serate calde, ristorante …. essere il cane di una bella ragazza comporta certi impegni .. che ULK assolve con cordialità e tranquillità.

Certo che Francesca ha avuto anche  un dito rotto perché correndo nell’acqua del mare ULK è caduto su di lei. Quando Francesca va in vacanza, Ulk va all'aeroporto a prenderla.... fra la paura di troppi, si abbracciano e si baciano e non di rado Francesca piange per aver ritrovato la sua gioia, il suo bellissimo Ulk. Il giardino è arato ... ormai l'erba è solo un ricordo, i cespugli sono rimasti pochi... ma l'allegria, la compagnia ripagano Francesca di ogni guaio che combina .... il terribile Ulk.

ULK è cane grande, di grande mole.. ma di grande cuore.

Non è raro vederlo in giro per Budrio, al bar all’ora dell’aperitivo o in un parco che gioca con gli altri cani.

Rimane sempre un molosso.... un magnifico molosso!!

LEA E LUCA

Lea e Luca sono due giovani cani ritrovati vaganti, al mattino presto, davanti ad un bar della nostra campagna… forse cercavano caffé e brioche!!

La realtà è meno romanzata, molto più amara: una bella femmina non sterilizzata che sforna cuccioli per i figli o i nipotini, poi i cuccioli o prendono la strada di qualche amico o una strada di campagna, meglio non asfaltata e poco trafficata…. non perché non debbano correre dei pericoli ma per non essere visti quando li si scaricano e viaaaaaaaa a tutta birra a casa a fare le persone per bene! 

Po la cagna farà altri cuccioli, che prenderanno le stesse vie o verranno uccisi appena nati, nei modi più barbari che possiamo immaginare… ma mai un dubbio che è meglio la sterilizzazione della cagna piuttosto che tanta barbarie….. 

Ogni tanto ci dicono che la femmina soffre con l’intervento chirurgico, invece i cuccioli sbattuti alla catena, abbandonati lungo le strade di campagna o uccisi nel pozzo nero di casa… non soffrono??? 

E’ una battaglia di pensieri che continueremo a combattere. Contro la barbarie noi possiamo metterci i nostri pensieri, le nostre convinzioni, le nostre azioni, non siamo eroi, siamo solo dei guerrieri che tentano di portare pensieri positivi e costruttivi e di rispetto nei confronti degli esseri a quattro zampe. 

Anche LEA e LUCA, dopo un periodo al Canile hanno trovato il calore di una famiglia. 

Certo sono discoli, Lea scappa e va a fare i suoi giretti, eppure quando dormono, come tutti gli indisciplinati e i ribelli, sembrano degli angeli!!

UGO

Ugo è un bellissimo giovane pastore belga, del pelo lungo e nero.

Viene ritrovato vagante nel parcheggio dell’IPERCOOP di Castenaso.

Arriva al Canile, cammina in modo strano.

Visitato, si indica per lui antipulci, verminazione, pappe buone e passeggiate. 

Le lesioni resteranno per sempre, questo suo modo di camminare, lieve come se camminasse su un terreno accidentato.  

Per il resto, per tanto tempo, un tempo infinito, Silvia lo porta a passeggiare, lo pulisce, lo ama… tanto da cercare una casa con giardino.

La casa con giardino viene trovata…ma deve essere costruita!! Quanto tempo per costruire una casa… abbiamo pensato tutti: noi, Silvia ed Ugo. 

Poi UGO è andato nella sua nuova casa con regole precise dettata dagli uomini di casa: in casa solo lo stretto necessario, il divano vietato.

Le regole sono fatte per essere infrante …. e così Ugo vive in casa con i suoi proprietari.

 

SYRIA

Salve volevo raccontare questa piccola storia, un incontro molto importante.

Mi chiamo Serena io, Gianni mio marito e Greta nostra figlia ad ottobre del 2007 esattamente il 20 abbiamo finalmente portato a casa Syria (al canile era registrata come Peperina).
Nell'estate del 2007  abbiamo deciso tutti insieme che era il momento di adottare un cane. Siamo andati al canile e consigliati dalla responsabile, abbiamo incontrato Syria, cagnolina meticcia molto impaurita, diffidente e timorosa verso le persone sconosciute,  con un passato da dimenticare, ci siamo innamorati subito ma volevamo constatare se era così anche per lei, quindi per circa 2 mesi, siamo andati al canile 2 volte alla settimana per  passare un po di tempo con lei , per farci conoscere. C'era feeling e così in ottobre 2007 è entrata a fare parte della famiglia a tutti gli effetti. Adesso ha una casa un piccolo giardino e noi che le vogliamo un gran bene e lei ricambia tutto questo!
Averla incontrata ha trasformato la nostra vita....grazie Syria!

Grazie anche a tutto il personale volontario, ho potuto costatare che lavorano con il cuore.

(Serena P.-  Minerbio (Bo)

JACKY detta GINA

Jacky una piccola jack russel viene portata al Canile perché morde, morde il postino, l’idraulico, è arrabbiata con tutti i cani che vede quando va in passeggiata.

Così arriva al Canile dentro ad un trasportino da gatti, ma accompagnata dalla scatola dei giochi e dei collarini con strass.

Il jack russel è un cane di piccole dimensione ma di grande vitalità, è un cane che ha bisogno di molto movimento.

All’origine il jack russel è un cane che segue la mandrie dei bovini perché li mette sempre in riga… attaccandoli ai garretti!

Viene venduto e preso per un cane da casa!!! e questo è stato il problema di Jacky, l’incapacità di gestire un cane di piccole dimensioni ma di grande vitalità.

Jacky viene lasciato al Canile e comincia la sua lenta rieducazione. In compagnia con altri piccoli cani, attenzioni umane e belle corsette.

Il tempo passa, tutti la vorrebbero… ma lei continua a mordicchiare..

Marte e Nicoleta sono amici di vecchia data del canile e pur avendo un'altra piccola cagnolina del Canile, vogliono provare con Gina.

Gina si innamora di Marte, gioca, corre, sta in braccio senza distribuire morsi …. Marte e Nicoleta sono la sua famiglia, anche GINA finalmente ritrova la sua tranquillità, il suo equilibrio.

MATILDE

Dopo la morte di Duchessa siamo rimasti soli io e Lola, la meticcia maremmana. Il giardino, il divano, la casa sembravano enormi senza la presenza di Duchessa. Se ne era andata in un giornata di sole di marzo, lasciandoci in un dolore infinito. Però lei stessa mi aveva insegnato che c'era tanto amore in quelle anime sofferenti  abbandonate nei canili  da uomini senza cuore nè sentimenti. Matilde era arrivata al Canile di Budrio  con il suo carico di paure, di timidezza e di ricordi. Non si faceva avvicinare da nessuno, non aveva più fiducia. Tutti mi dicevano che era il mio cane... aveva gli stessi colori della mia dalmata, della mia Duchessa.  Matilde è arrivata nella sua nuova casa... un attimo per fare amicizia con Lola, con gli altri di casa, con i gatti. E Matilde si è trasformata: gioca, corre, è affettuosa e ubbidiente. Ha subito capito dove mangiare, dove dormire, cosa non fare. Sono certa che migliorerà  soprattutto con i gatti..

Matilde è il classico cane che nessuno vede, tanti sono passati davanti al suo box senza neppure vederla. Eppure è un cane di una gentilezza, di una dolcezza infinita. Ha ridato luce, gioia ad una casa dove con la morte di Duchessa era entrata tanta  tristezza.

Benvenuta mia amata Matilde.

PIUMETTA ora MEGGY

P iumetta è stato trovata vagante per le strade del centro di Budrio. Per le strade del paese era in corso una grande festa paesana e tutti pensavamo che si fosse persa: era un piccolo cane con un collare fatto di piume color giallo. Abbiamo sperato che qualcuno la venisse a riprendere e invece i giorni passavano e nessuno cercava la piccola Piumetta. 

Una bella famiglia bolognese cercava un piccolo cane e non importava se era aveva qualche annetto, l'importate era un piccolo cane da amare. Così Piumetta è stata sterilizzata ed è andata in adozione. Al canile era timida, schiva .... a casa si è trasformata in una pallina di dolcezza. Sempre attenta, dolce e affettuosa. Ognuno della famiglia se la contende per le coccole e lei corre da uno all'altro per essere coccolata. Non perde una carezza...

La famiglia allegra e bella è sempre attenta a tutte le iniziative del Canile, sempre presenta con le foto di Meggy. E' la loro piccola gioia. Per noi è con vera felicità che la rivediamo quando viene a trovarci al Canile e ancora di più siamo contenti  quando, con i suoi piccoli passi, trotterella  verso il cancello per fare ritorno alla sua nuova casa.

Buona fortuna Meggy... sappiamo che hai dato ancora più gioia ad una famiglia bella e generosa.

RICKY

R icky abitava a Molinella ma la sua famiglia non poteva più gestirlo e con grande dolore, tra tante lacrime vere è arrivato al Canile.

Ricky non poteva credere di essere lasciato al Canile, ma spesso nella vita possono accadere delle situazioni che ci costringono a prendere delle decisioni amare. Ricky così ha cominciare a correre con gli altri cani sperando in una buona adozione.

Giovanna e la sua famiglia hanno fatto visita al Canile, e hanno visto Ricky, un cerbiattino lo hanno definito, ma lui era impaurito e schivo. Accettava solo le carezze di chi conosceva, troppi cambiamenti lo avevo reso un pò spaventato.

Giovanna e Andrea sono venuti varie volte al Canile, poi tra incertezze e timori sono usciti in passeggiata: Ricky correva, si appoggiava a loro con fiducia e gioia. Voleva un'altra famiglia, un divano, una casa dove correre ed essere l'unico cane ad essere amato.... in verità a casa si è ritrovato con un bel gattone di 11 anni, ma tutto è andato bene. E' giudizioso, tranquillo e sta portando tanta gioia.

Tante volte diciamo che anche i cani già adulti possono dare tanta felicità, ma spesso vediamo perplessità e incredulità, eppure tutte queste storie dimostrano quanti cani, neppure più giovani, possono ricominciare a vivere in una famiglia, a riprendere i tempi delle passeggiate, delle attese. E di fronte a dei piccoli problemi siamo sempre disponibili a risolverli: piccole indicazioni da una brava comportamentalista, la nostra carissima Barbara e molte cose prendono il passo giusto.

Adottare dei cani anche non più giovani, vi ricompenseranno con il loro immenso affetto. Sono esseri generosi e di grande cuore...aprite i vostri cuori e loro sapranno conquistarvi!

KELLY

Kelly è una piccola meticcia volpina. Trovata in giro per le campagne budriesi e mai nessuno che è venuta a cercarla.

Poi sono arrivati due persone gentili e generose che cercavano un piccolo cane per ridare di nuovo gioia ad una casa dove, con la morte improvvisa del piccolo Micky era entrata tanta tristezza.

Kelly è molto diversa dal precedente cane, ma ha saputo ridare gioia e felicità. E' sempre in giro con loro, al mare, al ristorante, nei parchi.

Spesso ritorna in visita al Canile: se è freddo con dei bellissimi e colorati cappottini, se è estate per salutarci perchè va in vacanza al mare.

Non ama molto viaggiare in auto, ma la sua nuova famiglia non si dispera: ogni tanto si fermano, le fanno fare un giretto.. magari si fermano in un piccolo ristorante a mangiare piadine. Kelly si tranquillizza e si riprende il viaggio.

Sono sempre insieme, non c'è posto dove non sia stata fotografata: al mare, sotto i monumenti delle gite domenicali, sulla spiaggia, dal bagnino di San Mauro Pascoli dove può entrare, negli spazi adibiti ai cani. E' con tanta gioia che parlano della loro piccola Kelly.

E' una "spippola" come si dice dalle nostre parti... ma per la nuova famiglia è la loro amata cagnolina.

Si è affiancata nell'affetto del piccolo Micky. Lei è Kelly, diversa ma per questo unica e insostituibile: ogni cane che ci accompagnerà nella nostra vita ci lascerà tanti ricordi, tanti momenti unici.

Per molte persone avanti con l'età spesso il cane diventa un amico con il quale passeggiare,  raccontarsi delle cose viste e fatte. Per non essere soli e per sentirsi amati. 

 

Dedicato a Duchessa 17/3/2008 A te che vedo ancora correre lungo la vigna,  a te che vedo ancora davanti al cancello nell'attesa del mio ritorno dal lavoro, a te che mi aspettavi sul tappettino mentre facevo la doccia, a te che hai vissuto tanti anni accanto a me, ma non tutti quelli che avrei voluto, a te dedico il mio tempo, la mia gioia nell'impegno verso tutti i tuoi amici sia cagnolotti che mici. Mi hai voluto tanto bene e non ti dimenticherò mai.

La bellezza di una passeggiata con un cane ci accompagnerà sempre

 

Se hai una storia da raccontare, se vuoi condividere la gioia della tua adozione di un cane dal Canile di Budrio, noi aspettiamo la tua e-mail accompagnata da una foto, così potremo far conoscere a tanti altri quanta gioia e compagnia ci donano i nostri amici a quattro zampe.

 

Torna indietroPagina inizialeVai avanti